Sergio Salvioni

Sergio Salvioni

 

18.6.1927 Bellinzona, agnostico, di Lugano. Figlio di Arturo, editore, e di Erminia Antognini. ∞ (1961) Monika von Kanitz. Dopo il liceo a Lugano, ha studiato diritto alle Univ. di Basilea e di Berna (1947-51), conseguendo il dottorato nel 1951. Nel 1953 ha ottenuto il brevetto di avvocato e notaio; dal 1962 è titolare di uno studio professionale a Locarno. Esponente di spicco dell'ala radicale del partito liberale radicale ticinese, ha fatto parte del Gran Consiglio ticinese (1971-87), del Consiglio nazionale (1983-91) e del Consiglio agli Stati (1991-95). È stato dapprima membro del consiglio di amministrazione dell'Azienda elettrica ticinese (1986-89) e poi suo pres. (1989-97). Nel 1986 è stato nominato dal governo filippino suo rappresentante legale in Svizzera per il recupero dei fondi depositati nella Conf. dall'ex pres. Ferdinand Marcos.

 

Fonte:
-Sergio Salvioni, Verscio
-Dizionario Storico della Svizzera