La nuova comunicazione del PLRT a 360 gradi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Massimo Schira nuovo responsabile operativo della comunicazione per rafforzare il team

Con il rinnovamento di Opinione Liberale, organo comunicativo ufficiale del PLRT da oltre 25 anni, il partito vara un nuovo concetto di comunicazione. La rinnovata impostazione allarga il proprio raggio d’orizzonte a tutti i possibili canali comunicativi attraverso cui promuovere e far conoscere l’attività e il posizionamento del PLRT a livello federale, cantonale, e comunale. Nei prossimi sei mesi questo nuovo concetto toccherà tutte le principali piattaforme comunicative, dai social network fino al nuovo sito internet, che sarà pronto a partire da luglio. Per il potenziamento del team, Massimo Schira ha raggiunto la Segreteria PLRT quale responsabile operativo della comunicazione. Lavorare bene e farlo sapere. È questo il motto della nuova comunicazione del PLRT.

Dal 1° febbraio il PLRT ha un nuovo responsabile operativo della comunicazione. Per rafforzare questo importante settore dell’attività del partito è stato scelto Massimo Schira, giornalista con 15 anni di esperienza, che si occuperà di tutti i canali comunicativi. Non soltanto dell’organo ufficiale, il settimanale Opinione Liberale, dove con il Direttore editoriale, Andrea Nava, affiancherà in redazione Vania Castelli, ma anche di tutti gli altri canali di comunicazione: dai social network ai comunicati stampa, sino al sostegno ai Distretti e alle Sezioni del partito in quest’ambito.

Onsernonese di Loco, classe 1977, Massimo Schira ha studiato letteratura italiana, storia e giornalismo all’Università di Losanna. Terminati gli studi ha intrapreso da subito la strada del giornalismo, entrando per alcuni mesi a far parte della redazione di TicinoOggi. Alla chiusura del quotidiano locarnese, nel 2003 inizia la sua lunga collaborazione con il settimanale Il Caffè, dove termina il periodo di praticantato e – nel 2004 – diventa giornalista RP a tutti gli effetti. Oltre a rivestire il ruolo di responsabile della redazione sportiva, si è occupato di di